Video Ok.ru

Ok.ru Vs Youtube in RuNet.

A noi russi piace la comodità e la praticità in tutto quello che facciamo. Se possiamo avere tutto a portata di click, perchè no? Così Odnoklassniki, il Social Network dei compagni di classe in Russia, offre la possibilità di visualizzare tutti i più interessanti e popolari video esistenti su internet, senza dover aprire ulteriori finestre esterne: è possibile accedervi facendo clic su «video» in alto.

Qui i video sono ordinati in base al numero di visualizzazioni.

Il tutto si svolge in maniera immediata, dal guardare, al caricare e condividere con i propri amici.

4 mosse da fare con i video che più ti piacciono o che vuoi diffondere nel Runet:

1) Se il rullo con i video di Compagni di Classe merita particolare attenzione, dopo l’anteprima, è possibile inserirlo in una videoteca del proprio profilo – «i miei video».

2) E’ possibile scaricare il video durante la visione cliccando sul pulsante «download» in alto a destra del player. Nel nastro di attività tale pulsante si trova nell’angolo inferiore destro sotto al lettore. Una volta scelto il formato, puoi salvare il file sul computer.

3) Essendo un Social Network, OK.ru è stato creato per la comunicazione, di conseguenza è possibile condividere e discutere di quello che si è visto con gli amici.

4) La maggior parte dei video presenti ovunque sul Web forniscono il pulsante con il logo del sito OK.ru (youtube non fa eccezione), cliccando sul quale si inserisce il video nel flusso delle attività.

condivisione da youtube

 

esempio condivisione

Nel caso in cui il pulsante della condivisione non sia presente, è necessario fare qualche passaggio in più:

- Copiare il link nella barra degli indirizzi del browser sulla pagina con il video;
- Accedere alla propria bacheca personale (cornice verde a destra della foto principale);
- Premere il pulsante verde a forma di matita «inserisci il testo o il link»;
- Inserire il collegamento copiato in campo e premere il tasto «condividi».
Il video da Youtube viene aggiunto nel nastro di attività in forma di mini-player, dove lo vedranno tutti gli amici che saranno in grado di valutare e commentare.

Per eliminare il video basta posizionare il puntatore del mouse sul link in alto a destra dove verrà visualizzata l’icona di rimozione – croce.

Facile no?

Presta attenzione però, siamo in Russia, monologhi di conferenze in lingua italiana, probabilmente non subiranno il successo sperato, scegli i video da caricare con cautela.

Buon divertimento.

ok.ru

Ok.RU

Volenti o nolenti siamo tutti Social, l’essere umano è naturalmente predisposto all’aggregazione che nella maggior parte dei casi avviene grazie ad interessi in comune, un vissuto comune, una località. “Compagni di scuola” (odnoklassniki.ru) non fa eccezioni, è uno dei Social Network più popolari in Russia e si basa su tre fulcri: esperienze scolastiche o lavorative comuni, divertimento per appassionati di giochi online o amanti della musica e gruppi di discussione/interesse.

Odnoklassniki Nasce nel 2006 da papà Альберт Попков (Albert, se vogliamo tradurlo, Popkov).

Popkov

Inizialmente un progetto non commerciale, presto conquista milioni di utenti, manco a dirsi, compagni di classe che si incontrano sulla piattaforma.

La registrazione è molto semplice, come su molti Social europei: è sufficiente un indirizzo mail ed una password.

Una volta creato il profilo utente ti accorgerai subito, che per quanto l’idea iniziale sia la stessa di quella di Facebook, ossia offrire uno strumento di comunicazione ai compagni di corsi di studio, le differenze sono sostanziali.

Ecco le prime cinque:

1) Comunicazione e divertimento.

Sicuramente uno degli aspetti principali che attirano gli utenti sul Social è la ricerca e la comunicazione immediata con amici, compagni e colleghi. E fin qui nulla di nuovo. Cambia la condivisione che si focalizza oltre che sugli status personali sui gusti musicali: con pochi click puoi ascoltare, scaricare e condividere ogni genere che possa piacerti. Non solo, puoi caricare la tua canzone preferita direttamente dal pc e condividerla con gli altri utenti, in modo semplice e veloce.

2) Aggiornamenti sugli interessi.

Esistono i gruppi? Su Facebook si sprecano, ma mai come su Odnoklassniki. Non esistono le pagine pubbliche, tutte le informazioni passano per i Gruppi: se hai un argomento di interesse, una domanda o una discussione da proporre, su Odnoklassniki troverai il gruppo adatto a te. Se il gruppo che cerchi non esiste, crea il tuo.

3) Fotografie.

Come ogni Social che si rispetti, Odnoklassniki permette di caricare tutte le foto desiderate, creare album per catalogarle e le espone all’apprezzamento degli utenti. In cosa differisce da Facebook o da altri Social conosciuti? Se una tua foto piace in particolar modo, l’utente può esprimere un voto di 5+ e quel voto costa soldi. Non tutti possono permetterselo, quindi se ne conquisti uno, puoi esserne fiero. Epic Vanity.

4) Giochi ed applicazioni varie.

Quello che spesso è l’aspetto più odiato su Facebook, qui è il perno centrale. Sulla piattaforma sono presenti moltissimi giochi, di tutti i tipi e per tutti i gusti. Il Paese dei balocchi. Giochi per maschi e per femmine, giochi di ruolo, strategie, sport o sul business. Fai il tuo gioco ed invita gli amici a confrontarsi online. Perfetto per gli amanti di Candy Crash.

5) Servizi aggiuntivi.

– Odnoklassniki è un perfetto promemoria di tutte le feste ricorrenti, non solo compleanni, ma anche di festività riconosciute ma sconosciute, compresi gli onomastici.

A differenza degli altri Social si può vedere chi ha visitato il tuo profilo, simile a Linkedin, ma se non vuoi farti scoprire a curiosare, basta renderti invisibile, in qual caso non solo non sarai visibile online, ma potrai anche curiosare sui vari profili senza essere visto.

– La generosità vige da padrona su questo Social, grazie alla possibilità di confezionare regali da spedire agli amici, colleghi o da mettere sulla propria bacheca (Facebook ci aveva provato con i Poke, un’entità rimasta sconosciuta).

Le leve da sfruttare per una perfetta strategia Social Marketing, a questo punto, dovrebbero essere state messe in evidenza: è un po’ come tornare al liceo col senno di poi e conquistare gli amici. Crea il tuo gruppo di discussione, invita a giocare gli iscritti, condividi foto, argomenti e musica.  Una seconda chance per essere popolare nella “tua scuola”, come farsela scappare? E ben si sa che il personaggio più popolare a scuola è anche quello che detta le mode.

Per le bionde è sempre stato più semplice, quindi per complicarmi la vita come prima mossa inviterei tutti i miei amici di Facebook, che continuano ad inviarmi inviti di giochi, a trasferirsi lì, in modo da farli sentire finalmente apprezzati e da poter così conquistare la pace delle notifiche superflue.  :)

 

 

Orbitum

Orbitum: Il browser dei Social Network a prova di bionda.

Tutti coloro che gestiscono le pagine/profili sui Social Network, per conto dei propri clienti o per mero divertimento, lo sanno bene che le mille mila pagine aperte sono all’ordine del giorno, distruttive per gli occhi e portatrici di confusione per le bionde come me. Fortuna vuole che la tecnologia oltre a complicarci la vita, in rare occasioni trovi anche il modo di semplificarcela.

Essendo io parte integrante del genere femminile tonto – amo farvelo credere ^^ – mi piacciono le cose colorate, simpatiche e semplici.

Vi presento Orbitum, il browser pensato per chi nei Social Network non trova solo un optional ma uno stile di vita. Continue reading

Volume voce

Il Volume della tua VOCE Vkontakte.

“…alzo il volume della radio e cambio faccia al pianeta…

…e non mi dire di abbassare
perchè tanto non posso
non riesco
non voglio
sto meglio se il livello è maestoso
il bordello è fragoroso…

…più volume ho, più ne vorrei…!” – Volume – Articolo 31.

Una delle canzoni che mi ha accompagnata nell’adolescenza, palesata nella mia mente non del tutto casualmente, tra una ricerca ed un’altra: mentre l’ascolto vi racconto la storia dei Punti Voce e del Rublo Vkontakte, ma non prima di una breve premessa.

Ho recentemente parlato dell’importanza di avere una Pagina E un Gruppo su Vkontakte, la domanda successiva che ti sarai posto suonerà più o meno così: “..e adesso cosa faccio??”. Continue reading

Street Art

Pavel Puhov – Mosca vista da un artista.

Pavel Puhov è un artista russo che usa il suo talento per interagire con la città.

“Mi chiamo Pavel183. Nato l’11/08/1983 a Mosca, la città dove vivo tutt’ora, specializzato in design della comunicazione. – Prima di tutto penso, poi vedo, di seguito mostro quel che vedo”.

Racconta così di se nel suo sito Pavel,  semplice e sintetico. Lo si può trovare anche in un blog di LiveJournal, sempre di poche parole, ma, d’altronde, le immagini ed i video parlano per lui.

Ogni suo lavoro ha una storia da raccontare, un’osservazione, un pensiero, una riflessione…

Fermatevi per un attimo, la vostra vanità non andrà da nessuna parte, ecco preziosi momenti di felicità a volte non ripetibili. Ricordate…” – La città dell’infanzia.

Street art by Pavel Puhov

Torta E sorbetto

Pagina E gruppo per rimanere VKontakte.

VKontakte vuol dire letteralmente “in contatto”, e quale miglior contatto di quello che si stabilisce a tavola? Un’associazione di idee un po’ fuori dal comune, ma la tavola mi fa sempre pensare a mio cognato, che saggiamente afferma sempre:  “se ti viene chiesto cosa preferisci mangiare, una fetta di torta O un sorbetto, rispondi che vuoi la fetta di torta E il sorbetto”.

Cosa c’entra con le pagine pubbliche o i gruppi di Vkontakte? Semplice. Se vuoi promuovere la tua azienda sul social più usato dal popolo dell’Est, non scegliere tra l’uno o l’altro ma usali entrambi, ovviamente con azioni premeditate e mirate.

All’apparenza hanno lo stesso aspetto e spesso cercando un gruppo si trova una Pagina Pubblica e viceversa (vd Immagini).

Live Journal Pagina Pubblica Vkontakte

 

TJ Pagina Pubblica VKontakte

In pratica sono molto diversi, ecco perchè: Continue reading

mausoleo-lenin-mosca-teppisti

Mosca: secchiate d’acqua Santa sulla salma di Lenin fanno il giro del Web.

“Alzati e vattene”!

Far resuscitare la salma di Vladimir Lenin? Ci hanno provato Oleg Basov e Ievgheni Avilov, membri del gruppo artistico “Cavaliere azzurro”, lanciando cinque litri di acqua benedetta sul mausoleo, improvvisando una performance provocatoria che emula “l’Esorcista”. Il miracolo non è andato a buon fine, ma i due, oltre alla popolarità, si sono guadagnati un accusa di “Teppismo lieve” e rischiano una condanna di 15giorni in carcere.  #onlyinrussia  

Pozioni Web

Pozioni web a soli 99centesimi.

Leggo continuamente annunci promozionali di corsi che promettono di aumentare le vendite grazie al web, mille trucchi e sortilegi, pozioni miracolose che, una volta ingerite, ti faranno vendere il doppio, qualunque cosa tu venda, che siano diamanti o scopini per il WC.

Sono confusa! Mi sembra uno specchietto per le allodole talmente sfacciato da sentirne quasi il suono, quello di uno schiaffo ben assestato.

Ho bisogno di semplificare il concetto, ragionando “ad alta voce”.

L’Italia è un Paese in crisi: il potere economico è minore rispetto a qualche anno fa, si fanno meno acquisti e sempre meno quelli “superflui”. Il web non fa altro che permetterti di spostare la pesca dallo stagno sotto casa all’oceano: più è ristretto il nostro campo d’azione, minore è la possibilità che abbiamo di vendere il nostro prodotto.

Abbiamo la fortuna, oggi,  grazie al web, di arrivare ovunque, con costi inferiori rispetto ai tradizionali mezzi di comunicazione di massa.

Ma esiste una reale possibilità di entrare in possesso della complicatissima formula segreta della pozione suddetta con un corso di mezz’ora a 99centesimi, quelli che si trovano in ogni luogo e ad ogni ora?

Lascio momentaneamente a chi legge la libertà di risposta a questo quesito e sposto l’attenzione sul momento in cui l’azienda comprende il potenziale e vorrebbe buttarsi nella mischia nel miglior modo possibile.

Come lo fa?

Nella mia modesta esperienza ho riscontrato un atteggiamento di curiosità, ma anche diffidenza e paura.

– Curiosità verso i Social Media di cui tutti parlano.

– Diffidenza sulla reale conversione dell’investimento.

Le paure più comuni sono più di una:

1) Un esterno, seppur competente, riuscirà a valorizzare la comunicazione della mia azienda?

2) Cosa recepiranno le persone di quello che viene pubblicato?

3) Se qualcuno mi critica come devo reagire?

Trattando del web marketing nei Paesi dell’Est, mi trovo ad affrontare, più spesso di quel che vorrei, altro genere di argomentazioni/interrogativi:  basta usare i ben noti Facebook, Twitter e Google+ in lingua inglese, raggiungendo così il proprio scopo, senza ulteriori sforzi?

Tagliare la testa al toro è molto più immediato ed economico che segare le corna una alla volta.

Il risultato di questi passaggi, spesso, si rivela essere un praticissimo “fai da te” alla modica somma di 99cent: creo il mio account social, lo bombardo di volantini promozionali, anche in inglese, e spero in un miracolo.

Non posso rispondere a tutte queste domande, sono bionda, ma, trattandosi di un blog sul WebMarketing ad Est,  ti invito a dare uno sguardo a  Social Network in Russia, che possa permetterti di trarre le conclusioni e considerazioni, oggettive o soggettive che siano e, perchè no, trovare la risposta ad uno dei quesiti qui proposti, forse il più ostico.

 

 

 

La prima astronauta donna italiana

Samantha Cristoforetti, la prima donna astronauta italiana, come Yuri Gagarin.

Questa sera, 23 novembre, alle 22 ore italiane, il lancio della Soyuz dalla base russa di Baikonur, nel Kazakhstan, con a bordo la prima donna astronauta italiana: Samantha Cristoforetti.

Nell’ottobre del 1957 il primo satellite della storia, lo Sputnik, usciva dall’hangar.  Nel 2014 la storia si ripete ed è la volta della Souyz.

Oggi come allora la base russa di Baikonur ospita una prima volta.

Samantha ha rispettato ogni rito del caso, visitando, nei giorni scorsi a Mosca, la tomba di Yuri Gagarin e, come ogni astronauta, ha lasciato quattro garofani rossi sulla tomba del primo uomo che ha volato nello spazio.

Terminati i preparativi, non ci resta che augurarle buon viaggio!

Samantha Cristoforetti

 

Essere bionda nel fantastico Web Marketing World

Una bionda nell’era tecnologica la riconosci subito: è l’unica che ha il desktop macchiato di bianchetto.

Talvolta, quando sono particolarmente stanca, può capitare che chieda aiuto a qualche mio collega, perché un’importantissima e complessa funzionalità del mio portatile è al di là delle mie competenze.
Il dialogo che ne può conseguire via chat non ve lo lascio immaginare, è allegato di seguito – #TrueStory, cliccare per credere:

Margherita_non_ce_vista

Ora prova a visualizzare una situazione in cui la bionda in questione si deve confrontare con gli strumenti per un perfetto Social Media Manager o esperto di Web Marketing, ce ne sono sempre dei nuovi e accattivanti, ma scherziamo? Non è umanamente fattibile riuscire ad usarli tutti e nel contempo mettersi lo smalto, fare shopping, andare dal parrucchiere e in palestra. Non si può fare. La concorrenza maschile è sleale: sono distratti solo dal calcio ed i Mondiali ogni quattro anni sono decisamente troppo pochi.

Ma non voglio parlare di calcio, sono bionda.

Trovandomi dinanzi a due possibilità, ossia tingermi i capelli di nero oppure affrontare le problematiche una alla volta, con dignità, ho optato per la più ovvia ed ho aperto Yandex (per chi non lo conosca, è il motore di ricerca più usato dai russi).

Uno degli strumenti più interessanti in cui ho avuto il piacere di imbattermi pigiando sui tasti è LiveInternet, la più grande piattaforma di blog (insieme a LiveJournal, che però non gode dell’esclusività cirillica) esistente in Russia.

Cosa offre?

Fornisce a ciascun utente la possibilità di gestire il proprio diario (profilo personale), integrandolo con i blog degli altri utenti, permette la comunicazione tra gli utenti iscritti e di avere aggiornamenti per interessi e per persone, oltre ad essere uno dei più grandi raccoglitori di statistiche per i siti in lingua russa.

Non solo. LiveInternet contiene al suo interno notizie, giochi, musica, informazioni su cinema, meteo, turismo, sport ed un vero e proprio centro commerciale online.

Quali di queste funzionalità sono utili per il tuo business online sul mercato russo e come usarle?

Continua a seguirmi su questo blog. Più semplice che farsi una ceretta!