Italia

Gli stereotipi dei turisti russi che puoi usare a tuo vantaggio

Gli stereotipi sugli altri paesi che siamo abituati a conoscere e, talvolta, a condividere in Italia hanno i loro corrispettivi all’estero. Da noi parlare di Russia significa facilmente riferirsi alla Vodka, e di conseguenza all’alcolismo, ad affascinanti ragazze bionde oppure, nel migliore dei casi, alla politica e all’economia. Ma cosa pensano i russi del nostro Bel Paese?  

L’Italia  secondo i russi è: “I canali di Roma sotto il sole della Toscana”.
Sì, hai letto bene. La conoscenza dell’Italia risulta un po’ confusa dalle immagini usate nei dépliant turistici che raffigurano le gettonatissime Roma, Venezia e le colline verdeggianti della Toscana.

Avendo sempre ammirato la saggezza popolare, quella dei vecchietti affacciati al balcone di casa che sono migliori di qualsiasi gazzettino in circolazione, ho pensato di adattare gli antichi “rimedi della nonna” alla strategia che puoi adottare nella tua comunicazione web per dissipare i mille dubbi sull’Italia e sui viaggi all’estero, che attanagliano un turista russo. Cambiano gli stereotipi e le problematiche, ma le soluzioni sono semplici come quelle di una volta.

Turismo
Rimedi della nonna per la comunicazione web

Gli stereotipi che possono far cambiare idea ai turisti russi  (e tutti i rimedi della nonna per aiutarli a scegliere)

  1. Un viaggio all’estero costa caro – i media tradizionali raccontano cifre esorbitanti per una   semplice vacanza fuori porta, ancor di più per una destinazione turistica.
    Rimedio della nonna: metti in evidenza il prezzo, per fugare ogni dubbio. Senza trucchi e senza inganni la chiarezza verrà ripagata dalla fiducia.
  2. In televisione si dice che viaggiare all’estero sia pericoloso –  I notiziari russi marciano sulle catastrofi all’estero: ribaltamenti degli autobus, squali assassini, di tutto un po’.
    Rimedio della nonna: mostra la località in tutti i suoi aspetti, usa foto recenti di luoghi e di persone, evidenziando la bellezza e le tipicità si allontanano le paure immotivate. Anche la presenza costante di una guida è apprezzata.
  3. I locali imbrogliano i turisti russi – capita ai russi di recarsi in località della madrepatria in cui il turista viene “fregato” quindi si aspettano lo stesso trattamento quando vanno all’estero.
    Rimedio della nonna: evita di aumentare il prezzo solo perchè il turista è straniero; è una buona pratica con chiunque e il russo ti ringrazierà con una recensione positiva facendoti guadagnare in pubblicità, immagine ed affezione.
  4. Chi non conosce la lingua meglio che rimanga a casa. – I russi ancora si meravigliano che all’estero non si parli la loro lingua.
    Rimedio della nonna:  suggerisci 10 frasi “salvavita”, di uso comune, in inglese o in italiano, rassicurate i vostri clienti, vedranno un approccio umano e si tranquillizzeranno.
  5. All’estero i russi non sono ben accetti. – è un pensiero più comune di quanto si creda.
    Rimedio della nonna: convinci il cliente che quello che conta è la sua personalità, non il Paese di appartenenza, cerca di familiarizzare con lui, i suoi amici o familiari, rendilo partecipe della tua cultura. Oltre ad essere un modo per farsi conoscere, è anche un modo per farsi ben volere.

La ricetta, dunque, è semplice: invita gli amici a pranzo, cucina tanto e prodotti genuini e non dimenticare mai di offrire un’altra porzione perché devono crescere.

About Margherita Gugliandolo

Nata a Mosca, italiana d'adozione. Da sempre appassionata delle dinamiche sociali on/off line, Social Media Marketing/web marketing e turismo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>